Gite in giornata per stare in mezzo alla natura in Veneto: tra cascate, torrenti, passeggiate e tanta bellezza

30 luglio 2023

Nel 2020 ho scoperto di avere una passione per le grotte, per i posti difficili da raggiungere, quelli dove devi bagnarti le scarpe e camminare con i piedi zuppi d’acqua, quelli che non ti aspetti a pochi chilometri da casa.

Ho dovuto viaggiare in lungo e in largo per il mondo prima di rendermi conto che del Veneto, della regione che da più di 30 anni chiamo casa, conoscevo poco o nulla. Ed è stato a causa della pandemia di Covid del 2020 che ho cominciato a guardarmi attorno e scoprire i posti più impensabili: luoghi da fiaba ad appena un’ora di distanza, grotte misteriose, cascate nascoste, pozze cristalline e torrenti da guadare.

In questo articolo non parlerò di ville, musei o città d’arte, ma delle bellezze naturalistiche che ho scoperto in questa regione negli ultimi anni: perché il mondo offre sempre regali inaspettati e la meraviglia si nasconde anche in una grotta a pochi chilometri da casa.

Gite in giornata in Veneto: natura edition

Grotta azzurra di Mel - Provincia di Belluno

Parcheggiate al Castello di Zumelle e prendete il sentiero segnalato che vi condurrà alla Grotta azzurra di Mel, un luogo incantato che sembra uscito da una fiaba. Il trekking per arrivare alla grotta è semplice e richiede poco tempo, tanto che si incontrano bambini e cani sul cammino. L’acqua cristallina della grotta è un invito a tuffarsi, anche se è vietata la balneazione per tutelare l’integrità di un luogo che è stato invaso dai turisti. 

Grotta azzurra di Mel - Provincia di Belluno
Grotta azzurra di Mel - Provincia di Belluno

Cascata della Soffia - Valle del Mis (BL)

Una delle mete più affascinanti per gli amanti dell'avventura è la Cascata della Soffia, situata nella Valle del Mis. La sua bellezza è resa ancora più magica da una grotta segreta, raggiungibile attraverso un passaggio di dubbia sicurezza, ma la ricompensa sarà un'esperienza indimenticabile. Toglietevi scarpe e calzini ed esplorate questo luogo al limite delle favole.

Arrivare è semplice tanto che il parcheggio è inserito anche su Google Maps.

Cascata della Soffia - Valle del Mis
Cascata della Soffia - Valle del Mis
Cascata della Soffia - Valle del Mis
Cascata della Soffia - Valle del Mis

Cadini del Brenton - Valle del Mis (BL)

Ci troviamo ancora nella Valle del Mis, a poca distanza dalla Cascata della Soffia. I cadini sono delle erosioni rocciose a forma di “catino” o di botte collegati tra loro da delle cascate. In queste pozze di un verde smeraldo intenso è vietato fare il bagno, mi raccomando! Il sentiero è semplice e ben segnalato.

Cadini del Brenton - Valle del Mis
Cadini del Brenton - Valle del Mis

Grotte del Caglieron - Vicino a Vittorio Veneto (TV)

Vicino a Vittorio Veneto, nella località di Breda di Fregona, si trovano le Grotte del Caglieron, un complesso di cavità rocciose create in parte da erosione naturale in parte dall’azione umana, impreziosite da cascate che si gettano in grandi pozze color smeraldo e una vegetazione lussureggiante. L’ingresso è a pagamento e le grotte si visitano in un’ora, percorrendo un percorso ad anello di circa 1 Km.

Anche qui è facilissimo trovare indicazioni tramite Google Maps.

Grotte del Caglieron
Grotte del Caglieron
Grotte del Caglieron
Grotte del Caglieron

Cascata Principe Umberto - Sedico (BL)

Risalendo un torrente in località Sedico, Belluno, si arriva al cuore di questa cascata mozzafiato.L'energia dell'acqua che scende a picco e l’assenza di qualsiasi suono umano vi regaleranno un momento di intima connessione con la natura.

Parcheggiate vicino al Ristorante Alla Stanga e in dieci minuti, scendendo lungo un sentiero più o meno segnalato, raggiungerete il torrente e, risalendolo, la cascata in tutto il suo splendore!

Avvertenza: indossate scarpe impermeabili!

Cascata Principe Umberto
Cascata Principe Umberto

Grotte di Oliero - Valstagna (VI)

Le Grotte di Oliero, situate nella Valle del Brenta, a Valstagna, nel comune di Valbrenta, sono tra le risorgive carsiche più grandi d’Europa.

Le grotte aperte al pubblico sono quattro: il Covol dei Assasini ed il Covol dee Soree, due cavità asciutte che si raggiungono salendo a piedi per un sentiero,  Covol dei Siori o Grotta Parolini, a cui si accede in barca accompagnati da una guida e Covol dei Veci, visitabile solo dagli speleosub attraverso le immersioni.

È Grotta Parolini la vera attrazione del complesso, con le caratteristiche stalattiti e stalagmiti molto suggestive. Se avete avuto modo di visitare la Grotta Gigante vicino a Trieste o le Grotte di Postumia in Slovenia, non rimarrete forse così ammaliati dalla sorella minore a Valstagna, ma è una gita comunque piacevole e istruttiva, soprattutto per chi non ha la possibilità di viaggiare più distante.

La sorgente dell’Oliero ospita nelle sue acque il Proteo, un anfibio presente solo nelle cavità del Carso triestino e sloveno. Il famoso botanico Alberto Parolini, che esplorò queste grotte nel 1822 e da cui la Grotta prende nome, ne portò alcuni esemplari per verificare se potessero ambientarsi e svilupparsi anche in questa grotta e l’esperimento è chiaramente riuscito.

Grotte di Oliero - Valstagna
Grotte di Oliero - Valstagna
Grotte di Oliero - Valstagna
Grotte di Oliero - Valstagna

Colli Euganei (PD)

Tra i Colli Euganei, i sentieri dell'Alta Via e del Sentiero del Monte Venda G.G. Lorenzoni offrono un'opportunità per immergersi nella natura e godere di panorami incantevoli, il verde lussureggiante estivo o il foliage autunnale.

Bosco del Cansiglio (BL)

Per una giornata di relax e tranquillità, il Bosco del Cansiglio offre ampi spazi verdi e percorsi immersi nella natura, perfetti per una passeggiata rigenerante o un picnic in famiglia.

Brent de l’Art - Trichiana (BL)

Il termine “Brent”, ovvero “Brenta”, deriva dal dialetto della Valbelluna e indica un torrente che scorre in fondo ad una valle profonda e stretta, mentre “Art”, deriva da “ Artus” ovvero gola rocciosa. I Brent de l’Art sono quindi delle gole rocciose, simili a dei canyon, formatisi a seguito di a migliaia di anni di erosione da parte dall’acqua.

La peculiarità di queste rocce stratificate è il colore: dai rossi (colore dovuto dalla presenza di ossidi di ferro) al bianco, agli azzurri-grigi-verdi, creando un contrasto ammaliante.

Per visitare i Brent  de l’Art è necessario arrivare fino alla frazione di Sant’Antonio di Tortal del comune di Borgo Valbelluna. Da qui seguite le indicazioni fino al parcheggio da cui si dirama il sentiero che vi condurrà fino al canyon. Per tornare indietro si può risalire per il sentiero da cui si è arrivati oppure fare il giro ad anello di circa 4 km che riporta poi a Sant’Antonio. 

Brent de l’Art - Trichiana
Brent de l’Art - Trichiana

Lago di Fimon - Arcugnano (VI)

Per una tranquilla passeggiata a contatto con la natura, il Lago di Fimon è una destinazione perfetta. Il giro del lago richiede circa un’ora ed è poi possibile fermarsi in uno dei ristoranti della zona per un pranzo a base di pesce o di altre specialità del luogo.

Lago di Fimon - Arcugnano
Lago di Fimon - Arcugnano

Leave a comment

Comments powered by CComment

Elisabetta Marini

SMM and Content Creator, part-time mermaid, hopeless writer
Lover of whales, anatomical hearts and Sylvia Plath
Based in Italy

Subscribe to the Newsletter


FOLLOW MY JOURNEY

©2021-2023 olodramma.com